Chi mi conosce bene sa che dico sempre solo la metà di quello che vorrei dire e solo la metà della metà risulta comprensibile. Il che, lo ammetto, è una valutazione generosa delle mie capacità comunicative.

mercoledì, giugno 20


Domenica sera sono stato in giuria nella finale veneta di Miss Drag Queen Italia.
Beccatevi questa foto panoramica (credits: Michele Simionato, Stefano Aiti).
Da sinistra:

MissTake - perfetta presentatrice nonchè madrina della manifestazione
Candy – a cui avrei dato il titolo "MIS_Sembrava di aver visto una drag" (e cioè la meno memorabile!)
Denise Fashion – a cui avrei dato il titolo "MIS_Spezzo" (per quanto è magra!)
La Gerbera – Fantastica in due pezzi dorato e 3* classificata
Lana Queen - 2* classificata
Nanà - Meritatissima 1* Classificata che va alla finale italiana in Toscana il 2 agosto
Pam – a cui avrei dato il titolo "MISStero" (ovvero "ma perchè sei venuta?")
Tina - la drag punk

Dopo la premiazione ho fatto qualche domanda alla vincitrice Nanà:
Q: Rocco Siffredi esclamando “Fidati di uno che le ha provate tutte”. è stato il protagonista del famoso spot sulla “patata tira”. Visto che sono un pubblicitario per quale prodotto ti sentiresti di fare la testimonial in uno spot?

A: Mi sento adatta per fare la pubblicità di Happy Hippo della Kinder. Non sarei perfetta per un duetto con l’ippopotamo?

Q:I cambiamenti della propria immagine o della propria carriera sono fondamentali per restare sulla cresta dell'onda. Quali cambiamenti potresti prevedere per rimanere una star:

• passi all'aerobica con un video in cui insegni come rimanere in forma saltellando sui tacchi

• o ti dai alla politica per promuovere l'ora di trucco nelle scuole materne??

A: Sicuramente la prima. Oppure potrei passare a spettacoli di danza con tanti ballerini, stile Moulin Rouge…

Q: Vogliono fare di te una bambola giocattolo. Scegli:

• una versione classica tipo barbie batuage

• o una versione più rock tipo bratz senza biancheria
A: Suvvia, diciamo una Barbie da collezione, che è meglio!

Q: A giudicare dalle tue acconciature hai già vinto una grande battaglia: quella con la forza di gravità. Quale altra battaglia vorresti vincere: stracciare a braccio di ferro Swarzengger o scoprire che lady Diana è viva ed è la tua manicure?
A: La seconda!

Q: Per una buona parte dei cattolici i gay minaccerebbero la famiglia tradizionale. Usando lo stesso metro di giudizio una drag queen dovrebbe essere una minaccia per il carnevale di Venezia? Cosa ne pensi?

A: Una Drag Queen non fa né carnevale, né circo. Sia chiaro! E ora vado a festeggiare la mia vittoria!

Etichette:

13 Comments:

Blogger c_trullo said...

azzo mat, ma non è che stai studiando per diventare drag_abella, la prima trans emula di clarabella? :-) complimenti per l'intervista, soprattutto per la difesa del carnevale di venezia...

8:20 PM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

Ieri sera al rientro dal lavoro ad un semaforo ho incontrato Matteo, devo dire che era proprio maschio e bellino in gessato camicia bianca e bertelle nere! :0)

10:16 AM

 
Blogger CornflakesBoy said...

le bretelle erano blu, come la cravatta! Please.

E poi specifichiamo, per favore. Non è che ero al semaforo a lavare i vetri o a distribuire CITY o LEGGO. Ero nella macchina davanti alla sua.

10:37 AM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

sicuro sicuro che fossero proprio blu? Sarà....:0)
Comunque quello che lavava i vetri al semaforo ero io non lui! La prossima volta però se invece che monetini mi dai un bottone e una cicles masticata ti inzozzo di nuovo il parabrezza! :0)

10:45 AM

 
Blogger c_trullo said...

qualcuno si è già espresso a proposito dandogli del "bel topolone"! :-)

12:15 PM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

Bravo c_trullo! TOPOLONE direi che gli calza a pennello!
Potrebbe cambiare il nome del blog in Cornflakes_Topolone_Boy! :0)

1:26 PM

 
Anonymous Anonimo said...

seratona quella con miss take... e non è finita li...

alterego vincenzo

7:41 PM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

La lavandara che è in me, dopo il post di alterego vincenzo, freme di curiosità! :0)

9:29 AM

 
Blogger Alec said...

Mi si è richiesta partecipazione a questa simpatica brigata chiacchierona e: beh? mi domando cosa ci sia di così umiliante nel consegnare leggo al semaforo cara la mia sister dal naso all'insù.... io l'ho fatto per anni. Non ti dico le pezze che mi attaccavano... proprio i topoloni come te, con tanto di bretelle color "blu probabile". Tzsè!

4:00 PM

 
Anonymous Anonimo said...

ma scusa caro mat eri proprio tu ad attaccare le pezze lo so per certo! lo hai confessato ad alec??

alterego vincenzo (che per fortuna non compare in nessuna foto della serata misstake)

10:02 PM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

Ma no caro alec! Non credo che nessuno pensi che distribuire i giornali al semaforo, men che meno il nostro Topolone in bretelle(che dica quel che vuole il Topolone le bretelle erano nere e non blu!) sia umiliante! Tutte mattina quando in macchina vado al lavoro al semaforo all'angolo dei viali con Via S. Isaia c'è sempre uno splendido "tocco" di figliolo moro che mi passa City dal finestrino con un bel sorrisone...meglio di un caffè doppio per risvegliarsi del tutto la mattina!E se non fosse che non vorrei arrivare in ritardo al lavoro sarei tentato ogni volta di rifare il giro!
Quindi W i boys che distribuiscono i giornali ed i sorrisi ai semafori!

10:07 AM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

10:07 AM

 
Blogger coniglio_mannaro said...

Chiedo scusa ma ho cancellato il post perchè no so per quale motivo è stato inviato due volte.

10:10 AM

 

Posta un commento

<< Home