Chi mi conosce bene sa che dico sempre solo la metà di quello che vorrei dire e solo la metà della metà risulta comprensibile. Il che, lo ammetto, è una valutazione generosa delle mie capacità comunicative.

lunedì, gennaio 30

Credo che l’amicizia si cibi di esperienze, di cose fatte insieme, che diventano i paletti dentro i quali un rapporto di evolve. Le esperienze diventano dei riferimenti, per disegnare la nostra mappa. Alcune esperienze diventano dei punti di partenza, altre diventano dei limiti estremi e superarle sarà cosa impossibile e rischiosa. Un giorno ci diremo: “ti ricordi quella volta che…”, e sarà une specie di rito per rievocare sensazioni ed energie che ci hanno unito indissolubilmente, e ci hanno portato ad essere quello che siamo.
Io voglio cibare le mie amicizie e allora oggi vi propongo qualche concerto a cui si potrebbe andare insieme. Ovviamente per i primi che si prenoteranno c’è anche possibilità di essere ospitati.

Venerdì 10 Febbraio – doppia possibilità:
BAUSTELLE al FILLMORE – Cortemaggiore - PIACENZA
Ho già scritto nel mio blog che “LA MALAVITA” è il disco italiano più bello del 2005. Si dice che in concerto suonino anche una cover di “PER UNA BAMBOLA” di Patty Pravo, quella presentò a Sanremo conciata come una geisha giapponese nel 1984 .

MARLENE KUNTZ – Estragon – BOLOGNA
Band di culto per diversi anni, i piemontesi Marlene Kuntz hanno poi imboccato una pericolosa deviazione "pop", conquistando le classifiche. Ma il loro rock livido e distorto non è scomparso.

Venerdì 17 Febbraio
PIANO MAGIC - al Covo – BOLOGNA
Il loro concerto conferma senza dubbio la vocazione teleologica alla ricerca di un suono elegante, rivolto senza remore alla riscoperta e reinterpretazione di quanto di meglio offerto dalla new wave degli anni 80 e 90. Insomma hanno la capacità di dar vita a un suono fuori dal tempo, senza con ciò cadere nell'anacronismo.

Sabato 18 Febbraio
ARAB STRAB – Estragon – BOLOGNA
Più che mai di questi tempi abbiamo tremendamente bisogno di band come gli Arab Strap. Le parole di Aidan e la musica di Malcolm sono talmente uniche, perfette e sincere da rendere il gruppo una delle realtà più interessanti degli ultimi anni. Musica audace, sicura di sé, chiede di essere assecondata nei suoi capricci. Un pianoforte dolce e decadente convive con chitarre taglienti e distorsioni, suoni avvolgenti e intensi.

Martedì 21 Febbraio – doppia possibilità:
CLAP YOUR HANDS SAY HEAH – Estragon – Bologna
Un sound personale, anche se figlio di molteplici influenze, che ha fatto scalpore nella scena underground americana. Power pop con amore per le canzoni, ma dall’approccio abbastanza aggressivo, con gran belle chitarre ruggenti, spirito indie e rimandi post-punk. Sono candidati per essere i nuovi TALKING HEADS.

GIANNA NANNINI – Medica Palace – Bologna
C’è bisogno di presentarla????

Mercoledì 22 Febbraio
LAURA VEIRS – al Covo – BOLOGNAla Veirs dimostra di saper costruire atmosfere uniche, eteree ed intense, dove ad un folk brullo e teso si aggiungono briciole di country e persino di pop. La rivista Uncut scrive di lei: "Laura Veirs esplora l'imprevedibilità della vita e la ricerca della perfezione artistica attraverso canzoni squisite, oscure e luminose allo stesso tempo".

1 Comments:

Blogger c_trullo said...

mi piacerebbe cibarmi delle nostre esperienze ... ma l'unico concerto che mi stuzzica è quello di clap your hands say yeah, dei quali ho letto mirabilia ... solo che il 21 mi sarà quasi impossibile. ho detto quasi ... ciao!

12:25 PM

 

Posta un commento

<< Home