Chi mi conosce bene sa che dico sempre solo la metà di quello che vorrei dire e solo la metà della metà risulta comprensibile. Il che, lo ammetto, è una valutazione generosa delle mie capacità comunicative.

lunedì, giugno 23

E alla fine mi arriva una mail. Strana. Una mail di scuse per i toni dell'altra sera.

Ma io faccio sempre più fatica a capire le cose. Proprio a capirle. Cosa significano.
Ma qualcuno mi ha detto che invece è tutto chiaro. Sono io ad essere fuori misura e difficile da gestire. Sono io che non colgo la distanza delle cose che vengono dette e non dette. Sono io che non capisco che lui si sta comportando nella maniera migliore. Da ex. Da uno che sa che la storia è finita e sa anche che non potremmo avere nessun altro rapporto in sostituzione.

E allora ufficialmente vi dico che non mi va più di parlarne. Con nessuno. Non chiedete più nulla. E soprattutto non dite più nulla. Tanto non capirei.

Etichette:

8 Comments:

Anonymous Misstake said...

ok bando alle ciance.
vogliamo il tuo pronostico sul TORMENTONE DELL'ESTATE, l'anno scorso hai eletto Irene Grandi, quest'anno io suggerirei la Giusy...

9:07 AM

 
Anonymous Anonimo said...

ma chi cazzo è sta giusy?

alterego vincenzo

11:20 AM

 
Blogger A said...

Questa è la vita,si deve crescere,diventare duri e cinici,e allora le cose cambiano.Mai lasciar intendere che si è vulnerabili,che si ha bisogno'di'.Soprattutto se ti lasci infinocchiare dal romanticume,beh sei fottuto.I sentimenti vanno debellati.

12:28 PM

 
Anonymous Misstake said...

Minchia A
ascoltati la giusy che ti ammorbidisci un po' !!

1:38 PM

 
Anonymous Anonimo said...

adesso ho capito chi è sta giusy!!! è mia cugina zitella di 60 anni di siracusa!!!

alterego vincenzo (o quello sono io?)

2:48 PM

 
Anonymous misstake said...

in sicilia non canta nessuno..........

9:25 AM

 
Anonymous Anonimo said...

ho capito adesso!! è giusy ferrero! quella della nutella!

alterego vincenzo

5:01 PM

 
Blogger c_trullo said...

Caro Matteo, sono stato un po’ fuori dal mondo in questi ultimi due mesi, via dal mio blog, dal tuo, da tante cose e da tante persone. Un storia particolare che, se mai ce ne sarà modo, ti racconterò, potrebbe essere istruttiva sulla stupidità del genere umano (vabbè, non mi allargo: sulla mia stupidità). Ciò per rinnovare le mie scuse (e non le tue, sciocco) sul non essere stato vicino a te in questo periodo. So che tu non vuoi avere nessuno vicino adesso, lo leggo, ma la vecchia zia ti ricorda che, come disse qualcuno (non ricordo chi) “Un amico è una persona con cui posso essere sincero: in sua presenza posso pensare ad alta voce.” e credo che tu mai come adesso avresti bisogno di pensare a voce alta per sentire con le tue orecchie (e non solo con il tuo cuore) i pensieri che ti travagliano. Lo so, lo so, ci saranno persone qualificate e serie che ti ascoltano, ma con loro tu non stai ragionando tra te e te ma tra te e loro. Un amico, più amici… alcuni amici possono essere una terapia utile per uscire dal dolore. Forse qualcuno si annoierà a sentirti, qualcun altro sarà una spugna, altri ancora non capiranno. E se qualcuno lo perdi per strada, bhè, non sarà una grande perdita. Tutto ciò per dire che rispetterò la tua decisione pur non condividendola e tanto meno condividendo che tu possa non capire; non accettare ok, non capire non lo credo. Smack. R

p.s.: Giusy è la mia preferita: ad xfactor (che da quando lei è apparsa ho visto tutte le sere) ho fatto il teenager, inviando sms a raffica! :-)

3:02 PM

 

Posta un commento

<< Home