Chi mi conosce bene sa che dico sempre solo la metà di quello che vorrei dire e solo la metà della metà risulta comprensibile. Il che, lo ammetto, è una valutazione generosa delle mie capacità comunicative.

lunedì, ottobre 16

La vita è strana. Le sorprese che la vita ti sa riservare hanno dell’incredibile. Sabato mattina sono andato in palestra (e fino a qui non c’è nessuna sorpresa, o dell’incredibile). Quando sono uscito dalla palestra accendo il cellulare e mi arriva un sms del tipo della palestra, quello che avevo attaccato il cd alla macchina. Ricordate? (domanda retorica: visto che non c’è stato nessun altro di cui parlare da tre mesi a questa parte).
L’sms dice “ti va di prendere un caffè?”. Stavo rispondendo quando mi arriva alle spalle e mi dice con un sorriso disarmante : “Bhè, non rispondi?” Era a dir poco meraviglioso: la Cappella Sistina in confronto è una catapecchia.

Abbiamo preso il caffè (io ovviamente corretto) e poi siamo andati a casa sua. Visto le voci che mi erano arrivate circa la sua intensa attività sessuale mentre apriva la porta speravo tanto che non ci fosse una sling* attaccata al soffitto. Non c’era. Anzi la casa è piena i piante. Ha il pollice verde il ragazzo e per altro ha quasi solo piante grasse che sono la mia passione.
Come scrive Jeanette Winterson: “Mi sentivo come un ladro con il sacco pieno di sguardi rubati. Ogni oggetto ha un significato. Perché lo ha comprato? Cosa preferisce? Perché si siede su una sedia e non sull’altra? La stanza diventa un codice che hai solo pochi secondi per decifrare. Eppure avrei voluto aprire i cassetti e far scorrere le dita sui bordi impolverati dai quadri. Forse nel cestino dei rifiuti, o nella dispensa, troverò un indizio che mi porterà a te”.
Abbiamo parlato un po’: ho scoperto la sua vera età, il suo vero nome, la sua vera professione, il suo vero odore, i suoi viaggi fatti e in programma. Nessuno dei due ha provato un approccio. E adesso mercoledì sarà a cena a casa mia!

* Per chi no la conoscesse si tratta di una sorta di amaca che immobilizza le gambe e viene spesso usata nei rapporti sado maso per la pratica del fist fucking (e se non conoscete anche questo… bhè mica posso spiegarvi tutto io …che per altro conosco solo la teoria!)

5 Comments:

Blogger pippocippo said...

Cara la mia "diversamente acconciata" amica!... In bocca al lupo per la cena di domani.... Incrociamo i collant e stacca tutti quei fogli con le regole psicologiche dal frigo e dalla cucina: se anche lui legge la Winterson(ma dubito che lo faccia!)sei fottuto!! ;o)
S.

12:06 PM

 
Blogger Limbozero said...

hai capito che colpo di.... fortuna? :)
Per cena che si mangera'???eheheh :)

12:38 PM

 
Blogger c_trullo said...

Premessa: ti ho acidamente detto, l'altro giorno, che un caffè e basta mi ha lasciato perplesso... bene, sono curioso di vedere la cena di domani se diventa un "pasto nudo" o resta una "grande abbuffata". però vorrei sapere in anticipo il menù... lo posti domani? :-)

3:40 PM

 
Blogger Alex said...

il mio invito è sempre e solo uno "BUTTATI!!!"
...avrai tempo dopo di cercare indizi (secondari) sui libri, sulle sedie, sui cuscini, sulle tovaglie.
L'indizio principale è quello che senti nello stomaco .. e poi c'è quelloche vedi nei suoi occhi :-)
...vabbè .. in tutti i modi un abbraccio e TANTI TANTI TANTI inbocca al lupo!!!
smack

7:11 PM

 
Blogger c_trullo said...

ufaaaaaa sono le 14.20 di giovedì ed ancora non hai postato nulla sulla tua serata di ieriiii! Urge aggiornamentooooo! :-)

2:23 PM

 

Posta un commento

<< Home